Dietro le quinte del primo LEGO CON

LEGO il designer George Gilliatt ha condiviso uno scorcio dietro le quinte del primo in assoluto LEGO CON, offrendo una sbirciatina all'intera scala della produzione.

Anche se la convention LEGO ufficiale inaugurale non è stata una tempesta per tutti, dai un'occhiata a Hashtag #LEGOCON su Twitter per la prova: non si può negare che sia stato fatto molto lavoro per metterlo insieme. Devi solo dare un'occhiata a George's recente serie di tweet per la prova.

Oltre a ribadire le pratiche COVID-safe rispettate in tutto il LEGO House impostato (compresi test giornalieri e sanificazione regolare), George ha mostrato quante persone sono state coinvolte nel portare lo streaming live ai fan LEGO di tutto il mondo, anche quando lo streaming è stato temporaneamente offline.

"La troupe dei computer ha fatto un lavoro INSANE trasmettendo tutto questo al mondo, specialmente quando hanno superato il crash di Internet", ha twittato il designer. “Meritano così tanto rispetto per ciò che hanno ottenuto!”

Lego

Per il suo part, George, che era presente durante la convention per mostrare i set a tema spaziale dell'azienda, tra cui 21321 Stazione spaziale internazionale ed 10283 Scoperta dello Space Shuttle della NASA – ha contato i meeting host Melvin Odoom e Michelle Khare tra i suoi punti salienti.

"È stato così divertente uscire con Michelle e Melvin fuori dal set", ha twittato. “Avevano così tante belle storie da raccontare dal loro fantastico carriere (specialmente riguardo al tempo di Melvin in 'Dick and [Dom] in Da Bungalow'.”

Puoi recuperare il ritardo con il LEGO CON di quest'anno per intero cliccando qui, e rivivi l'esperienza così com'è avvenuta il nostro liveblog. LEGO Group ha inoltre confermato che l’evento trasmesso in live streaming tornerà nel 2022 – ecco cosa aspettarsi l'anno prossimo.

Sostieni il lavoro che Brick Fanatics fa acquistando il tuo LEGO attraverso uno dei nostri Collegamenti affiliati.

Autore Profile

Chris Wharfe
Mi piace pensare a me stesso prima come un giornalista, poi come fan di LEGO, ma sappiamo tutti che non è proprio così. Il giornalismo mi scorre nelle vene, però, come una sorta di strano sangue letterario, il tipo che senza dubbio un giorno porterà a uno stressart malfunzionamento. È come fumare, solo peggio. Per fortuna, fino ad allora, potrò scrivere di LEGO.

Video Youtube

Chris Wharfe

Mi piace pensare a me stesso prima come un giornalista, poi come fan di LEGO, ma sappiamo tutti che non è proprio così. Il giornalismo mi scorre nelle vene, però, come una sorta di strano sangue letterario, il tipo che senza dubbio un giorno porterà a uno stressart malfunzionamento. È come fumare, solo peggio. Per fortuna, fino ad allora, potrò scrivere di LEGO.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *