Ecco perché Mark Hamill non ha doppiato Luke nel LEGO Star Wars Speciale vacanza

Mark Hamill ha rivelato perché non ha dato la voce a Luke Skywalker nel LEGO Star Wars Speciale vacanze.

Disney+ Lo speciale animato ha reclutato le corde vocali di una manciata di film d'argento Star Wars attori, tra cui Billy Dee Williams per Lando e Kelly Marie Tran per Rose Tico. Ma Eric Bauza ha fornito la voce di Luke Skywalker, proprio come ha fatto per gli altri LEGO avventure tra cui The Freemaker Adventures, Droid Tales e The Yoda Chronicles.

Va tutto bene, e Bauza è un bravo doppiatore, ma potresti chiederti perché Mark Hamill non è stato coinvolto. Dopotutto, è il Luke originale sullo schermo, ed è felicemente tornato al ruolo per la trilogia del sequel. Non è estraneo alla recitazione vocale, come forse saprai se hai sentito parlare dell'oscura serie TV 'Batman'. Allora, cosa succede?

LEGO Star Wars Il trailer speciale per le vacanze in primo piano 1

Bene, Hamill dice c'erano due ragioni per la sua assenza. Per prima cosa, "non voleva rischiare di offuscare lo status leggendario dell'originale". Questo è abbastanza ovviamente ironico, dato che la maggior parte delle persone vorrebbe licenziare il 1978 Star Wars Speciale vacanze da un cannone in alcuni soli gemelli. Ma in secondo luogo, Hamill dice apertamente che Lucasfilm semplicemente non gli ha chiesto di tornare.

LEGO Star Wars Holiday Special è stato prodotto esclusivamente per Disney+, quindi è probabile che il budget semplicemente non fosse lì per riportare Hamill all'ovile. Ma poiché Bauza conosceva già molto il personaggio - e per il resto è un veterano LEGO comunque l'animazione - aveva senso rivolgersi a lui per il ruolo.

Tuttavia, almeno ora sai perché Luke suona così leggermente diverso tra loro Star Wars: The Rise of Skywalker e il LEGO Star Wars Speciale vacanze.

Per sostenere il lavoro di Brick Fanatics, per favore acquista il tuo LEGO imposta da LEGO.com usando il nostro Collegamenti affiliati.

Chris Wharfe

Mi piace pensare a me stesso prima come un giornalista, poi come fan di LEGO, ma sappiamo tutti che non è proprio così. Il giornalismo mi scorre nelle vene, però, come una sorta di strano sangue letterario, il tipo che senza dubbio un giorno porterà a uno stressart malfunzionamento. È come fumare, solo peggio. Per fortuna, posso scrivere di LEGO fino ad allora. Puoi seguirmi su Twitter all'indirizzo @brfa_chris.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *