Gina Carano è uscita da The Mandalorian and Future Star Wars progetti

Lucasfilm ha dichiarato che Gina Carano non apparirà nelle prossime stagioni di The Mandalorian - o in qualsiasi altra Star Wars progetti - a seguito di una serie di post "ripugnanti e inaccettabili" sui social media.

Il combattente di MMA diventato attore ha interpretato Cara Dune nelle prime due stagioni di Disney+ show, ma ha suscitato polemiche su Twitter e Instagram con post transfobici, anti-non binari e antisemiti.

Ha iniziato a fare tendenza sui social media ieri dopo aver condiviso un post (ora cancellato) che equiparava l'essere un repubblicano oggi alle esperienze di essere ebrea durante l'Olocausto, portando a più richieste per la sua caduta da The Mandalorian.

Non è la prima volta che Carano subisce un contraccolpo Star Wars fan - lo scorso novembre, mentre andava in onda la seconda stagione dello spettacolo, ha deriso i portatori di maschere su Twitter e ha fatto false dichiarazioni di frode elettorale nelle elezioni presidenziali. Per Lucasfilm, tuttavia, questo ultimo post sembra essere stato l'ultima goccia.

Lego

"Gina Carano non è attualmente impiegata da Lucasfilm e non ci sono piani per lei in futuro", ha detto in un comunicato un portavoce di Lucasfilm. "Tuttavia, i suoi post sui social media che denigrano le persone in base alle loro identità culturali e religiose sono abominevoli e inaccettabili".

Molti fan pensavano che Cara Dune avrebbe giocato un ruolo chiave nello spin-off annunciato di recente Star Wars: Rangers of the New Republic. Potrebbe ancora essere così, ma sembra che Gina Carano non ricoprirà il ruolo.

Il personaggio è apparso in un singolo LEGO fissato ad oggi, 2019 75254 Incursore AT-ST. Se quella minifigure riappare dipenderà probabilmente in larga misura dal fatto che Disney sceglie di riformulare il ruolo o semplicemente di abbandonare Cara Dune del tutto.

Sostieni il lavoro che Brick Fanatics fa acquistando il tuo LEGO attraverso uno dei nostri Collegamenti affiliati.

Autore Profile

Chris Wharfe
Mi piace pensare a me stesso prima di tutto come un giornalista, LEGO secondo fan, ma sappiamo tutti che non è proprio così. Il giornalismo mi scorre nelle vene, però, come una specie di strano sangue letterario, il tipo che senza dubbio un giorno porterà a uno stressart malfunzionamento. È come fumare, solo peggio. Per fortuna, posso scrivere su LEGO fino ad allora.

Chris Wharfe

Mi piace pensare a me stesso prima come un giornalista, poi come fan di LEGO, ma sappiamo tutti che non è proprio così. Il giornalismo mi scorre nelle vene, però, come una sorta di strano sangue letterario, il tipo che senza dubbio un giorno porterà a uno stressart malfunzionamento. È come fumare, solo peggio. Per fortuna, fino ad allora, potrò scrivere di LEGO.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *