Secondo quanto riferito, Wonder Woman 3 e Man of Steel 2 sono nei guai mentre la DC si prepara per un altro scossone

As DCI nuovi head honchos James Gunn e Peter Safran finalizzano la loro strategia per il futuro del franchise, i sequel pianificati di Wonder Woman 1984 e Man of Steel sono a rischio.

Secondo The Hollywood Reporter, il duo incontrerà il CEO di Warner Bros. Discovery David Zaslav la prossima settimana, quando esporranno i loro piani per il prossimo mezzo decennio di DC film e spettacoli televisivi. Apparentemente quei piani sono ancora in lavorazione, ma le fonti di THR suggeriscono che ci sono alcuni potenziali percorsi che stanno prendendo in considerazione - e c'è una certezza tra tutti loro.

Questa è apparentemente la fine di Wonder Woman 3, il sequel pianificato di Wonder Woman 2020 del 1984, che avrebbe visto il ritorno del regista Patty Jenkins e della star Gal Gadot. Diverse fonti hanno riferito a THR che il film non sta andando avanti "nella sua attuale incarnazione", che era basata su una sceneggiatura co-scritta da Jenkins e Geoff Johns, perché "non si adattava al nuovo (ma ancora in fase di sviluppo) ) piani'.

Immagine: Warner Bros.

Un potenziale corso che Gunn e Safran stanno apparentemente prendendo in considerazione per il resto del DCEU è continuare a chiudere i progetti Snyderverse, ovvero quelli con stelle e personaggi introdotti per o nella preparazione di Justice League del 2017, come Man of Steel 2 e tutti i futuri film di Aquaman. Sia Henry Cavill che Jason Momoa avrebbero dovuto fare un cameo in The Flash del prossimo anno rispettivamente nei panni di Superman e Aquaman, ma a quanto pare potrebbero ancora essere rimossi se lo studio decidesse di non andare avanti con i loro personaggi, dopo tutto.

Lego

Non più tardi di ottobre, Cavill ha annunciato su Instagram di essere "tornato nei panni di Superman", dopo il suo cameo DCla più recente uscita sul grande schermo di , Black Adam. La Warner Bros. ha quindi iniziato a sviluppare un sequel diretto di Man of Steel del 2013, incontrando gli scrittori e inclinando l'intera lista verso un'altra corsa attraverso gli attori di Snyderverse, culminando potenzialmente in un altro film della Justice League. Tutti quei piani sono apparentemente fuori discussione, però, sotto la guida di Gunn e Safran.

Un potenziale sequel di Black Adam è "anche improbabile", riporta THR. Nonostante gli sforzi del protagonista Dwayne Johnson per suscitare entusiasmo per il film, sta annaspando al botteghino e apparentemente farà fatica a raggiungere il pareggio con i suoi costi di produzione e marketing. (Le fonti non sono d'accordo: Variety riporta che sta perdendo $ 50 milioni nelle sale, mentre Johnson afferma che in realtà sono $ 50 milioni in attivo.)

Immagine: Warner Bros.

Mentre il ritratto di Momoa di Arthur Curry potrebbe non estendersi oltre Aquaman and the Lost Kingdom del 2023, il suo coinvolgimento con DC potrebbe andare oltre quel personaggio, poiché secondo quanto riferito l'attore è stato preso in considerazione per il ruolo di Lobo. Ma un altro percorso in avanti potrebbe essere lasciarsi alle spalle qualsiasi bagaglio dall'attuale lista di film DCEU, dice THR - anche se cosa significa per Shazam! Fury of the Gods (debutto marzo 2023) e Blue Beetle (agosto 2023) non sono chiari in questa fase.

C'è anche la questione se DC mirerà a un universo di storie interconnesse, come Marvel, o continuare a operare con più trame parallele. Secondo THR, The Batman la serie - guidata da Robert Pattinson nei panni di Bruce Wayne - almeno continuerà come previsto, non toccata dai piani di Gunn e Safran. (Qualunque cosa possano essere.)

Anche se tutto questo suona come una notizia potenzialmente grave per il ugualmente in difficoltà LEGO DC tema, se lo scossone di Gunn e Safran fa il capart un corso per una più consolidata e di maggior successo DC Universo esteso sul grande schermo, alla fine potremmo vedere una vera rinascita di Batman, Superman, Aquaman, Wonder Woman e altro ancora. Oppure potremmo prenderne un altro LEGO Lobo…

Immagine in primo piano: Warner Bros.

Sostieni il lavoro che Brick Fanatics fa acquistando il tuo LEGO usando il nostro Collegamenti affiliati.

Autore Profile

Chris Wharfe
Mi piace pensare a me stesso prima di tutto come un giornalista, LEGO secondo fan, ma sappiamo tutti che non è proprio così. Il giornalismo mi scorre nelle vene, però, come una specie di strano sangue letterario, il tipo che senza dubbio un giorno porterà a uno stressart malfunzionamento. È come fumare, solo peggio. Per fortuna, posso scrivere su LEGO fino ad allora.

Video Youtube

Chris Wharfe

Mi piace pensare a me stesso prima come un giornalista, poi come fan di LEGO, ma sappiamo tutti che non è proprio così. Il giornalismo mi scorre nelle vene, però, come una sorta di strano sangue letterario, il tipo che senza dubbio un giorno porterà a uno stressart malfunzionamento. È come fumare, solo peggio. Per fortuna, fino ad allora, potrò scrivere di LEGO.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *